Traffico e mobilità

Bus notturni e linee "S", novità dal 15 giugno


Italiano
Immagine: 
Body: 

Dalla notte tra domenica 14 e lunedì 15 giugno, tornerà alla completa normalità, in ottemperanza all’ordinanza della Regione Lazio del 29/05/2020, il servizio dei bus notturni.

Sempre da lunedì prossimo, quindi, sarà in gran parte ridimensionata l’offerta delle linee S che nelle scorse settimane hanno fornito supporto all’utenza nelle primissime ore del mattino – precedenti l’apertura della metropolitana alle 5,30 – proprio per sopperire all’assenza dei collegamenti notturni.

Non saranno più in servizio, quindi, le linee S03, S04, S05 e S06.

Almeno per la settimana prossima, invece, resteranno attivi due collegamenti:
– S01 (stazione Ponte Mammolo metro B-via Tiburtina/via di Portonaccio-Policlinico-Termini)
– S02 (stazione metro A Anagnina-Colli Albani-San Giovanni-Termini).

Le linee, gestite da RomaTpl, sono attive nei giorni feriali dal lunedì al venerdì, dalle 5 alle 9. Sulle linee S01-S02 sono utilizzabili i titoli di viaggio Metrebus validi nella zona tariffaria A. (red)

 

Sabato, Giugno 13, 2020
In treno o sulle strade nell'estate del Covid


Italiano
Immagine: 
Body: 
L’Italia è ripartita. Ma nella fase 3 dell’emergenza da Covid 19, si annuncia un’estate particolare per i flussi di traffico stradale e ferroviario verso le mete turistiche. Quale sarà lo scenario? Ne parliamo con Armando Forgione, direttore centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato. Nel suo curriculum anche la gestione e la pianificazione dei grandi eventi.
 
Si può ipotizzare un calendario delle giornate di traffico più intenso?
“La ripresa della normalità, seppure lenta, fa prevedere un maggior afflusso di viaggiatori nelle prossime settimane che sceglieranno il treno per le mete turistiche.  Dal 3 giugno si registra un aumento dei viaggiatori, ma non è ancora possibile prevedere le giornate critiche di luglio e agosto. L’impegno della Polizia nelle stazioni sarà potenziato, ponendo attenzione al rispetto della normativa di emergenza. Sulle autostrade e sulla viabilità più vicina alle mete turistiche, si attendono volumi di traffico elevati nei fine settimana. Sono ancora pochi i segnali per valutare se i livelli del traffico stradale torneranno ai volumi del 2019”.
 
Vi aspettate un calo dei flussi dall’estero? Siete coordinati con le forze di polizia europee?
“Al momento si prevede un notevole calo. Nell’ambito delle collaborazioni internazionali, la Polfer ha mantenuto costante il suo impegno collaborando con le polizie europee soprattutto per la disposizione di controlli nelle zone di confine. Da oltre 10 anni la Polizia Ferroviaria italiana partecipa alle attività del network Railpol composto dalle Forze di Polizia di 15 Paesi europei. Lo scambio informativo con le forze di polizia o con gli enti gestori delle strade d’Oltralpe avviene sempre in casi di urgenza e di necessità di gestione di eventi viabilistici critici, che fanno deviare correnti di traffico su itinerari a più lunga percorrenza”.
 
Segnali per capire come si comporteranno gli utenti delle strade e delle ferrovie nei mesi “caldi”?
“La ripresa della circolazione stradale ha già evidenziato un incremento di incidenti, anche gravi. Va anche considerato che le disposizioni per il contenimento del contagio, che riguardano il trasporto pubblico, orientano verso il mezzo privato. Non è da escludersi però, poiché il turismo quest’anno sarà essenzialmente “domestico”, un maggior utilizzo del treno”.
 
Come vi state preparando per gestire i flussi estivi?
“L’attività di controllo dei comportamenti di guida costituirà l’impegno della Polstrada, soprattutto delle condizioni psico-fisiche dei conducenti, delle condizioni tecniche dei veicoli e della loro copertura assicurativa. Nelle prossime settimane, la Polfer metterà in campo ogni energia ulteriore per l’attività di prevenzione”.
 
Reati stradali e ferroviari. In questa fase stanno aumentando?
“Con la ripresa della circolazione saranno rilanciate le campagne sui pericoli della guida spericolata e per richiamare i conducenti a mettersi in viaggio in condizioni fisiche ottimali, e ad essere informati. Nell’ambito ferroviario la limitazione negli spostamenti ha inciso, facendo segnare una flessione dei reati. I furti nelle stazioni e sui treni sono calati del 94% rispetto al 2019. Dopo il lockdown, con l’aumento dei viaggiatori, si è registrato solo un lieve incremento dei reati. Ogni giorno, soprattutto in questa fase delicata, le stazioni sono presidiate con un rafforzamento di tutti i servizi ed un incremento delle pattuglie in stazione”.
 
Consigli a chi viaggia in treno?
“Per l’estate verranno predisposti servizi straordinari di prevenzione. La videosorveglianza è una innovazione imprescindibile per scoraggiare i malintenzionati. I consigli sono sempre validi: attenzione al proprio bagaglio soprattutto durante le fermate, non lasciare incustoditi oggetti di valore a bordo, attenzione a chi si avvicina con stratagemmi, ad esempio davanti alle biglietterie automatiche”.
 
Il suo giudizio sull’attività della Specialità della Polizia di Stato nei mesi dell’emergenza Covid 19?
“Tutta l’Amministrazione della pubblica sicurezza ha una formazione e un addestramento che la rende flessibile nella risposta operativa. Il succedersi degli eventi e la progressiva massiccia necessità di “fermarsi” senza interrompere i servizi essenziali e l’approvvigionamento di viveri e medicinali non hanno trovato alcun manuale operativo preconfezionato, ma non hanno sopraffatto un’organizzazione che – giorno dopo giorno – si è interrogata su come e dove modificare le procedure attivate e le prassi instaurate, anche a tutela del proprio personale e della continuità dei servizi di sicurezza”.
 
Paolo Petrucci
Trasporti & Mobilità-muoversiaroma.it
12 giugno 2020
Venerdì, Giugno 12, 2020
La bici, eterna protagonista dei trasporti

Dal vespino rosso, cult anni Ottanta insieme con il Sì della Piaggio, alle bici a pedalata assistita e ai monopattini elettrici, entrambi in forma sharing. È l’evoluzione dei mezzi di trasporto più diffusi tra i giovani a Roma ma anche in tutta Italia. Per intere generazioni, la libertà di movimento è stata rappresentata dal motorino, oggi ritorna protagonista la bicicletta, che torna a essere nuovo mezzo essenziale e diffuso, “l’anticavallo”,

Ciclabile Tuscolana: nuova tratta fra Porta Furba e Santa Maria Ausiliatrice

Continua la realizzazione della Ciclabile Tuscolana, che più avanti definiremo come Dorsale Tuscolana visto che interseca (viale Giulio Agricola / via Nobiliore) e intersecherà (Togliatti, Nocera Umbra / Furio Camillo) diverse altre tratte. Innanzitutto bisogna chiarire cosa si intende per Porta Furba, esistono tre punti che condividono questo toponimo: la fermata della Metro A (Porta Furba) che si trova al Quadraro e infine via di Porta Furba, che parte da

Ztl Centro-Trastevere aperte sino 30 agosto

Restano aperte fino al 30 agosto le Zone a traffico limitato di Trastevere, Tridente e Centro Storico. La Sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato l’ordinanza che proroga l’apertura dei varchi delle ZTL. Il provvedimento è stato adottato per agevolare gli spostamenti durante questa fase dell’emergenza sanitaria. Restano attive le Ztl notturne di San Lorenzo (21,30-3) e Testaccio (23-3). Da maggio, la notturna di San Lorenzo è in vigore dal

Ciclabile via Quinto Publicio e via Raimondo Scintu (XX16 - Ciclabile Cinecittà)

L’accesso da via Quinto Publicio angolo via Palmiro Togliatti I lavori sono iniziati nel Luglio 2019, avevo visto delle foto in giro e tracciato il percorso, ma solo ora sono riuscito a visitarla. E’ a doppio senso di marcia, prevalentemente su strada protetta dalle auto grazie a dei robusti blocchi di materiale plastico,  una piccola parte è su marciapiedi (il tratto iniziale, in corrispondenza delle fermate dei bus e nel

Ciclabile Tuscolana (XX15) Aggiunta Bike Lane Quadraro - Mandrione

Finalmente !! Esulto perché quel tratto in salita, e in discesa nell’altra corsia, è sempre stato difficile da affrontare non tanto fisicamente (che la pendenza e la durata non sono certo proibitive per chiunque), quanto dal punto di vista psicologico, auto, moto ed autobus che corrono e si sorpassano sfiorandoti o ti si accedano (distanza di sicurezza questa sconosciuta) non è mai piacevole, ancora meno lo è in salita ed

150 km di Bike Lane: Porta Furba/San Giovanni, Mostacciano/Torrino/Eur, Lungotevere Aventino...

C’è fermento per la realizzazione di 150 km di Bike Lane nel territorio del Comune di Roma, questa svolta è dovuta al terribile problema del Virus, che: ha ridotto drasticamente le possibilità di trasporto pubblico e creato le condizioni per un blocco totale della circolazione dovuto ad un uso massiccio del mezzo privato, aggravato dall’impossibilità di condividene l’uso fra non conviventi. A livello nazionale ci si è quindi creato un

Ferrovia Termini-Tor Vergata, ok del Mit

“A Roma la ferrovia Termini-Giardinetti diventerà una vera e propria tranvia veloce: la nuova linea G. Ed arriverà fino a Tor Vergata”. Così la sindaca, Virginia Raggi, sull’ok del Ministero dei Trasporti e della Conferenza unificata Stato-Regioni al finanziamento da 213 milioni di euro per realizzare questo progetto. “Un altro passo in avanti verso l’avvio dei cantieri”, il commento dell’assessore capitolino alla Mobilità, Pietro Calabrese. “Ora – ha aggiunto Calabrese

Venerdì sciopero di 4 ore su rete Atac

Venerdì, 29 maggio, trasporto pubblico a rischio per lo sciopero di 4 ore, dalle 8,30 alle 12,30, proclamato sulla rete Atac dal sindacato Faisa Cisal. L’agitazione interesserà bus, tram, metropolitane, ferrovie Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo e Termini-Centocelle. Regolare la rete bus di Roma Tpl, quella di Cotral e le linee FS. Regolari anche le linee “S”. Per quanto riguarda in dettaglio le linee bus gestite dalla Roma Tpl, sarà regolare il servizio

Sei linee S per potenziare il metrò

Una flotta composta da 70 pullman privati Gran Turismo viene dedicata a potenziare le linee di superficie e i collegamenti metro, in specifiche fasce orarie, a servizio dei pendolari e lavoratori che devono arrivare fino in centro città. Da lunedì 18 maggio questi servizi integrativi consentono di raggiungere rapidamente il centro partendo da stazioni metro A e B dove arrivano numerose corse delle linee bus periferiche Atac e RomaTpl e