Venerdì 23 ottobre sciopero nazionale del trasporto indetto dal CUB. Stop di 24 ore

Venerdì 23 ottobre trasporto pubblico a rischio per lo sciopero generale nazionale di 24 ore indetto dal sindacato CUB. A Roma l’agitazione interesserà bus (anche quelli della Roma Tpl), tram, metropolitane, ferrovie Roma-Lido, Roma-Civitacatellana-Viterbo e Termini-Centocelle. Il servizio sarà comunque regolare dall’inizio del servizio diurno e fino alle 8,30 e poi dalle 17 alle 20, ovvero durante le due fasce di garanzia.
Per quanto riguarda i bus notturni, possibili ripercussioni sulle linee N nella notte tra giovedì e venerdì.
Nella notte tra venerdì e sabato, invece, servizio regolare per le linee N mentre le corse delle linee diurne che terminano il servizio dopo la mezzanotte non saranno garantite.
Nelle stazioni metroferroviarie delle linee che resteranno, eventualmente, attive, possibili interruzioni di servizio di: biglietterie, scale mobili, ascensori e montascale.
MOTIVAZIONI DELLO SCIOPERO
Investimenti pubblici e questione ecologica; orario di lavoro; sicurezza sul lavoro; lavoro nero; smartworking; precarietà articolo 18 legge 300/70 e 68/99; servizio sanitario nazionale; istruzione; ricerca e pubblico impiego; salari, pensioni, ocuupazione e ammortizzatori sociali; guerra e corsa agli armamenti; welfare; questione abitativa; reddito universale pubblico e per tutti; immigrati; fisco e lotta all’evasione fiscale; rappresentanza nei luoghi di lavoro, diritto di sciopero; sostegno alle imprese.
ADESIONI IN ATAC IN OCCASIONE DI PRECEDENTI SCIOPERI
CUB – adesione a sciopero generale di 24 ore del giorno 25 ottobre 2019 (in concomitanza con adesione nazionale di Cgil, Cisl, Uil di quattro ore e Cobas di 24 ore):
-adesione 44 per cento esercizio superficie
-adesione 17.1 per cento esercizio metropolitane e ferrovie regionali Roma-Lido, Termini-centocelle e Roma-Viterbo
PROTESTA ANCHE IN FS
In Ferrovie dello Stato la protesta è prevista dalle 21 di giovedì alle 21 di venerdì.

[ via ]