Festival della cucina Romana – dal 2 al 4 ottobre 2020

Festival della cucina Romana - dal 2 al 4 ottobre 2020

Da venerdì 2 ottobre, dalle ore 19, a domenica 4 ottobre, alle ore 17, a Testaccio (Città dell’Altra Economia, in largo Dino Frisullo), il Festival della cucina romana è dedicato ai piatti della tradizionale: sarà una sfida all’ultima Carbonara. I cuochi e chef si affronteranno a colpi di carbonara, amatriciana, cacio e pepe, pasta e fagioli, gricia, porchetta d’Ariccia, cosa alla vaccinara, trippa, coratella e abbacchio.

Roma – Anche il fritto farà la sua parte e non mancheranno i fritti di baccalà, il cartoccio di calamari e gamberi e la mozzarella in carrozza.

Roma – Inoltre un vasto assortimento di supplì, dal classico al telefono con la filante mozzarella alle versioni gourmet più sfiziose (cacio e pepe, carbonaro, amatriciano, tartufo).

Dai Castelli Romani arriverà ancora calda e croccante la porchetta d’Ariccia e i salumi tipici della zona – coppa, coppiette, salami e pizza bianca a volontà -, il tutto accompagnato dal vinello bianco di Frascati.

Spazio ai dolci tradizionali: maritozzo con la panna montata all’istante, tiramisù in diverse varianti – dal classico alla crema di caffè, dalla stracciatella alle fragole, oppure oreo, baiocchi, nutella, mojito e mocaccino – e tutto sarà cucinato sul posto, espresso, nelle cucine aperte.

Inoltre sarà possibile acquistare prodotti di stagione, prodotti tipici e biologici dalle aziende agricole selezionate, che realizzeranno un Mercatino contadino a Km0 con degustazione di vini della Cantina Ferrante di Lanciano (CH), olio extravergine di oliva di Vetralla (VT), mieli di Montefiascone, frutta e verdura biologica della campagna romana, marmellate e frutta secca dell’alta Tuscia e molto altro.

Per i bambini l’equipe di animazione organizzerà laboratori didattici e creativi, baby dance, giochi di squadra e teatrino.

Come partecipare? L’ingresso è gratuito scrivendo il proprio nome + il numero delle persone e indicando il giorno e se per pranzo o cena (es: mario rossi + 3 sabato a pranzo) nella pagina Facebook del Festival della cucina romana o scrivendo una mail.
L’ingresso è libero, si paga solo quello che si mangia.

Nel villaggio, appositamente realizzato per la sagra, verranno posizionati tavoli e sedie, servizi comuni tutti nel rispetto delle normative vigenti in materia di prevenzione e sicurezza da contagio da Covid-19.

Saranno allestiti oltre 1.000 posti a sedere posizionati a distanza di sicurezzae il team di steward, coadiuvato con gli operatori della Protezione Civile, si occuperà del ritiro dei rifiuti e della sanificazione dei tavoli e dei vassoi. Tutti i visitatori, in fila nelle casse o per il ritiro dei piatti o nelle aree comuni, dovranno indossare le mascherine e mantenere la distanza minima interpersonale di 1 metro.
Inoltre come sempre sarà possibile acquistare prodotti di stagione, prodotti tipici e biologici dalle nostre Aziende Agricole selezionate che realizzeranno un Mercatino Contadino a Km0 con degustazione di Vini della Cantina Ferrante di Lanciano (CH), Olio Extravergine di Oliva di Vetralla (VT), Mieli di Montefiascone, Frutta e Verdura biologica della campagna romana, marmellate e frutta secca dell’alta Tuscia e molto altro.
Per i più piccoli l’equipe di animazione organizzerà laboratori didattici e creativi, baby dance, giochi di squadra e teatrino.

Festival della CUCINA ROMANA
Città Dell’altra Economia – ex Mattatoio Testaccio

 

[ via ]