Aeroporto di Ciampino: da Cinecittà a Morena, anche il VII municipio per la riduzione dei voli – RomaToday

Aeroporto di Ciampino: da Cinecittà a Morena, anche il VII municipio per la riduzione dei voli - RomaToday

I comitati di Ciampino, Marino e del Municipio VII si danno appuntamento al 6 aprile per un sit-in sotto al Ministero dei Trasporti. “Vogliamo incontrare il ministro Galletti per chiedere di ridurre i voli entro i limiti di legge”

Giovedì 6 aprile davanti al Ministero dell’Ambiente è prevista una mobilitazione cittadina. In strada scenderanno comitati arrivati da Ciampino, ma anche dai limitrofi comuni di Marino, Santa Maria delle Mole e Roma. Per la Capitale sarà infatti presente la rete Cinecittà Bene Comune.

STUDI E RILEVAZIONI – “Molti studi scientifici istituzionali certificano una situazione di estrema criticità per quanto riguarda l’impatto ambientale e sulla salute delle migliaia di cittadini che risiedono vicino all’aeroporto” si legge in una nota diramata da Cinecittà Bene Comune. Si fa riferimento ad uno studio dell’Arpa Lazio sull’inquinamento acustico; ma anche alle rilevazioni di Legambiente che, “nell’area del Parco degli Acquedotti, corridoio di atterraggio degli aerei in arrivo al Pastine, hanno mostrato una concentrazione delle polveri sottili Pm10 6 volte superiore rispetto alla normativa italiana ed europea”.

LA RIDUZIONE DEI VOLI – In via Cristoforo Colombo 44, i comitati arriveranno “per denunciare l’emergenza ambientale e sanitaria causata dal traffico dell’aeroporto di Ciampino”. Ed al Ministro Gianluca Galletti, che si auspicano d’incontrare, vogliono chiedere “un provvedimento straordinario e immediato per la riduzione dei voli entro i limiti previsti dalla legge: 61 movimenti giornalieri anziché i 100 dell’attuale media”. Dal momento che si tratta di “un’emergenza certificata e sistematica – i comitati che saranno protagonisti del sit-in del 6 aprile – chiedono al Ministro di agire per l’immediata riduzione dei voli a Ciampino. A partire dal 2018”.

IL SERVIZIO AEROPORTUALE – La richiesta è motivata. Cinecittà Bene Comune ricorda che “la conferenza dei servizi che ha stabilito i limiti del rumore per Ciampino, si è svolta nel 2010”. Dunque otto anni fa. Sul piano del servizio aeroportuale, la riduzione dei voli potrebbe essere inoltre compensata dallo spostamento verso l’aeroporto Leonardo Da Vinci. “Tutto ciò è tecnicamente possibile – conclude la nota – ed i lavori di rifacimento della pista che si sono svolti nell’Ottobre del 2016, lo hanno dimostrato. In quel caso infatti, in un solo giorno hanno spostato l’intero traffico aereo a Fiumicino”.

 

[ via ]